A.C. Bhaktivedanta Swami Prabhupada

A.C. Bhaktivedanta Swami Prabhupada o Shrila Prabhupada (Calcutta, 1º settembre 1896 – Vṛndāvana, 14 novembre 1977) è il maestro fondatore dell’Associazione Internazionale per la Coscienza di KrishnaISKCON.A.C. Bhaktivedanta Swami Prabhupada

A.C. Bhaktivedanta Swami Prabhupada è ampiamente considerato come uno dei più importanti studiosi ed insegnanti degli antichi scritti Vedici. Inoltre viene considerato l’autorità contemporanea più importante del mondo in materia di bhakti-yoga.

Il contributo più significativo che egli ha lasciato per le generazioni future è indubbiamente la sua letteratura. Shrila Prabhupada è autore di oltre 70 volumi sulla tradizione Vaishnava che vengono altamente rispettati dagli studiosi e gli accademici per la loro autenticità, profondità e chiarezza. Molte delle sue opere vengono utilizzate come libri di testo in numerosi corsi universitari. Ad oggi, gli scritti di Shrila Prabhupada sono stati tradotti in circa 80 lingue. Tra le opere più importanti che ha tradotto e commentato si trovano la Bhagavad-gita così com’è, lo Shrimad-Bhagavatam e la Shri Chaitanya-caritamrita.

Durante la sua vita A.C. Bhaktivedanta Swami Prabhupada fu prodigo di insegnamenti  di alto livello morale, sociale e spirituale che veicolò tramite  migliaia di presentazioni e conferenze pubbliche, oltre alle traduzioni e commentari. Il suo messaggio era così profondo che gradualmente incontrò personalità eminenti tra politici, studiosi e religiosi di ogni credo, condividendo ripetutamente tale conoscenza divina.

A.C. Bhaktivedanta Svami Prabhupada diventa famoso in tutto il mondo a partire dal 1965, dopo il suo arrivo in America. Prima di lasciare l’India aveva scritto tre libri, e nei successivi dodici anni ne avrebbe scritti sessanta. Inoltre nei successivi dodici anni avrebbe iniziato più di quattromila persone alla pratica del bhakti-yoga.

Nessuno credeva che sarebbe riuscito a dare vita alla sua visione di una società mondiale di sinceri spiritualisti. Ma nei successivi dodici anni creò e guidò l’Associazione Internazionale per la Coscienza di Krishna (ISKCON) e aprì centinaia di centri di formazione spirituale.

Prima d’imbarcarsi alla volta dell’America Shrila Prabhupada non era mai stato all’estero, ma nei successivi dodici anni avrebbe più volte fatto il giro del mondo per diffondere il Movimento per la Coscienza di Krishna. Sebbene a prima vista possa sembrare che il grande contributo della sua vita sia una sorta di tardiva esplosione di conquiste spirituali, i suoi primi sessantanove anni furono la preparazione per queste conquiste.

La ISKCON di Bhaktivedanta Svami Prabhupada

L’Associazione Internazionale per la Coscienza di Krishna (in inglese ISKCON – International Society for Krishna Consciousness), è un movimento spirituale che comprende cinquecento centri principali suddivisi tra templi e comunità rurali, circa un centinaio di ristoranti vegetariani, migliaia di gruppi di affiliati che si radunano regolarmente, un’ampia varietà di progetti comunitari e milioni di membri della congregazione sparsi in tutto il mondo. Anche se fu fondata soltanto cinquant’anni fa, l’ISKCON ha visto una rapida espansione a partire dalla sua fondazione ad opera di Sua Divina Grazia A. C. Bhaktivedanta Swami Prabhupada.

Dio è conosciuto in tutto il mondo con molti nomi tra cui Allah, Geova, Yahweh, Rama, ecc. I devoti dell’ISKCON invocano i nomi divini nella forma del maha-mantra, o il grande canto della liberazione: Hare Krishna, Hare Krishna, Krishna, Hare Hare / Hare Rama Hare Rama, Rama Rama, Hare Hare.

Molti accademici di spicco hanno sottolineato l’autenticità dell’ISKCON. Diana Eck, ad esempio, professoressa di Religione Comparata e di Studi Indiani presso l’Università di Harvard, descrive il Movimento come “una tradizione che occupa un posto di rispetto nella vita religiosa del genere umano”. Nel 1980 il Dr. AL Basham, una delle massime autorità nel mondo della storia e della cultura dell’India, ha dichiarato che “in meno di venti anni, il Movimento Hare Krishna da fenomeno marginale è divenuto popolare in tutto l’Occidente. Sento che ciò va visto come un segnale dei tempi maturi dell’uomo e un fatto importante nella storia del mondo occidentale”.

ORIGINI DELLA ISKCON

L’ISKCON appartiene alla Gaudiya-Vaishnava sampradaya, una tradizione monoteistica della millenaria cultura vedica. I devoti della ISKCON danno particolare rilevanza agli insegnamenti di Shri Chaitanya Mahaprabhu, un santo vissuto nel sedicesimo secolo. Filosoficamente si basa sui testi sanscriti della Bhagavad-gita e del Bhagavat Purana, o Srimad-Bhagavatam. La tradizione devozionale del bhakti-yoga insegna che lo scopo ultimo della vita è il risveglio dell’amore per Dio, o Krishna, “l’infinitamente affascinante”.

I PRINCIPI DELLA ISKCON

L’ISCKON si propone, sin dalla fondazione, sette obiettivi:

  • Diffondere sistematicamente la conoscenza spirituale nella società ed educare le persone nelle pratiche della vita spirituale, per compensare lo squilibrio dei valori nella vita di ognuno e raggiungere vera unità e pace nel mondo;
  • Diffondere la coscienza di Krishna così come viene rivelata dai grandi classici dell’India, la Bhagavad-gita e lo Srimad-Bhagavatam;
  • Fare in modo che i membri dell’Associazione siano vicini tra loro e più vicini a Krishna, l’Essere Supremo, promuovendo così l’idea, tra i membri stessi e il resto dell’umanità, che ogni anima è una scintilla infinitesimale qualitativamente uguale a Dio (Krishna);
  • Insegnare e diffondere il movimento del sankirtana, il canto collettivo dei santi nomi di Dio, come rivelato negli insegnamenti di Sri Chaitanya Mahaprabhu;
  • Costruire per i membri dell’Associazione e a beneficio della società in generale, luoghi sacri dedicati ai divertimenti trascendentali di Sri Krishna;
  • Riunire i membri dell’Associazione con lo scopo di insegnare loro a condurre uno stile di vita semplice e naturale;
  • Pubblicare e distribuire periodici, libri e altri scritti, al fine di raggiungere gli obiettivi sopra elencati.

L’organizzazione fondata da A.C. Bhaktivedanta Swami Prabhupada ha portato ad una crescita esponenziale e al riconoscimento del Vaishnavismo in tutto il mondo a partire da fine anni ’60. Oggi, gli insegnamenti Vaishnava sono diffusi in ogni parte del mondo e vengono considerati molti rilevanti nell’affrontare i problemi presenti attualmente nella società.

Ulteriori commenti sulla vita di Shrila Prabhupada